8 maggio 2008

Satèn Franciacorta 2003 - Contadi Castaldi - Franciacorta DOCG

Vitigni: Chardonnay: 80%, Pinot Bianco: 20%
Titolo Alcol.: 12,5% - (20€)
Giudizio:

Satèn - nome registrato ad uso esclusivo dei produttori della zona e sinonimo quindi dell’originalità franciacortina - sottolinea la piacevole morbidezza di questo fuoriclasse della Contadi Castaldi perchè satèn sta per satinato, vellutato.

Morbido e di un bel giallo paglierino con un finissimo perlage che introduce un bouquet con note di crosta di pane, lieviti, sentori floreali e di agrumi. Ha un gusto intenso fresco e vellutato.

La lunga permanenza "sui lieviti" di oltre 24 mesi ed un affinamento in bottiglia dopo la sboccatura di circa 4 mesi assicurano la notevole finezza e delicatezza del Franciacorta Satèn Contadi Castaldi ottenuto solo da uve bianche. La cuvée è parzialmente affinata in legno e un attento dosaggio al momento della preparazione permette di ottenere una pressione, alla sboccatura, leggermente inferiore rispetto al Brut (4,5 atm. anziché 5,5 atm.) per esaltare la morbidezza del prodotto.

Affina 24 mesi in bottiglia. La temperatura di servizio ideale è 8° per accompagnare
idealmente ostriche e frutti di mare. Adatto a chi ad un aperitivo chiede e anche la replica.

3 commenti:

nonsolodivino ha detto...

Quest'azienda della Franciacorta, è stata meta di una visita da parte del nostro "Club" sono molto gentili e disponibili nel spiegare la loro filosofia che segue i criteri della coltura biologica. La linea degli spumanti, sono prodotti anche Terre di Franciacorta bianchi e rossi, è basata sull'elaborazione di un Franciacorta Brut, un Rosé, un Satèn "millesimato" e una Grand Cuvée "millesimata" etichettata Bagnadore.

Il vino di maggio pregio è come ha ben descritto Andrea il Franciacorta Satèn

Anonimo ha detto...

i very enjoy all your writing type, very exciting,
don't give up and keep creating seeing that it just nicely to read it,
looking forward to look at a whole lot more of your own well written articles, have a good one!

Il Beone Fotografo (Andrea Federici) ha detto...

Thanks a lot for your apreciations.
Andrea