20 giugno 2008

Calice "MERAVIGLIA®"

E' vero, non costa poco, tanto quanto un calice di cristallo della Riedel
comunque, ma visto quanto afferma il celebre e richiestissimo wine-maker Donato Lanati, e quanto si legge sul WEB, il Calice "MERAVIGLIA®" da lui progettato sembra valga veramente la spesa.... Unico neo forse le dimensioni...

Calice "MERAVIGLIA®" è il bicchiere creato da Donato Lanati per permettere una degustazione ottimale di tutti i vini. Soddisfacendo allo stesso tempo gli interessi di chi è alla ricerca del bello, del funzionale, dell’inconsueto.
E’ un prodotto di alto artigianato soffiato e lavorato a mano unico, con design ragionato. La sua forma decisamente originale è infatti caratterizzata da una corona circolare definita “anello di saturno”, nata dallo studio attento degli invisibili profumi che si sprigionano dal vino, risultato di una ricerca mirata a creare un contenitore unico, da utilizzarsi per tutti i vini, dotato della proprietà di esaltare i profumi e di ossigenare il vino nello stesso tempo.

La forma e le dimensioni del calice permettono al vino di arrivare a saturazione di ossigeno in 3 minuti senza agitazione e in 30 secondi agitandolo. E’ quindi adatto anche ai grandi vini rossi che hanno avuto un lungo affinamento in bottiglia e, utilizzando il Calice "MERAVIGLIA®" non è più necessario far ossigenare il vino in decanter prima di servirlo.

Inoltre il rigonfiamento della corona, consente di bere tranquillamente poiché l’eventuale deposito del vino versato nel calice verrà trattenuto dalla corona e non finirà in bocca.



Dati Tecnici:
Capacità: 650 ml.
Diametro: 112 mm
Altezza: 23 cm.
Materiale: Cristallino
Dimensioni: 12 x 12 x h 31.5 cm
Costo: € 36,80

Distribuzione: Gruppo Acconero
Acquisto sul WEB: ItalianWineShop

Breve nota a firma di Donato Lanati sulle caratteristiche tecniche del bicchiere da degustazione messo a punto presso Enosis, il laboratorio che dirige in Cuccaro Monferrato
(AL).
"L’idea iniziale dalla quale è nato il calice Meraviglia è stata di creare un bicchiere che si potesse utilizzare per tutti i vini, che avesse la proprietà di ossigenarli e nello stesso tempo di esaltarne i profumi. L’ossigeno è un gas la cui solubilità in un liquido dipende dalle caratteristiche fisico–chimiche del liquido in questione, dalla pressione e dalla temperatura.
A una temperatura di 20°C il tenore in ossigeno di un vino, alla saturazione, è di 8,4 mg/litro.
La forma e la dimensione del calice “Meraviglia“ sono state studiate in maniera tale che versandovi 120-130 ml di vino si arrivi alla saturazione di ossigeno in 3 minuti senza agitarlo ed in 30 secondi agitandolo. Il calice Meraviglia è un bicchiere adattissimo anche ai grandi vini rossi che hanno avuto un lungo affinamento in bottiglia: grazie alle sue caratteristiche geometriche non è più necessario scaraffarli perché lo speciale anello di Saturno di cui è dotato, oltre a consentire un’ottimale ossigenazione, permette, nel caso ci fossero dei sedimenti, di trattenerli senza dover decantare la bottiglia. Ma il più eclatante scopo dell’anello è quello di favorire il riflusso dei profumi verso il pelo libero del vino, impedendo loro di uscire dallo spazio di testa scivolando lungo la parete del bicchiere.
L’aspetto più importante di questo bicchiere, quello che lo rende unico e adatto a qualsiasi
tipo di vino, dallo spumante al grande rosso, è la capacità di far pervenire l’aroma al naso del degustatore in maniera più intensa e di permettere di cogliere le s f u m a t u r e dell’aroma
nelle sue componenti, oltre a farlo e s p r i m e r e nella sua totalità. Quando si agita il vino
l’anello di Saturno (tecnicamente definito come corona circolare) favorisce la volatilizzazione
dei profumi e permette una sorta di separazione; immediatamente dopo, lasciando fermo il bicchiere, si percepisce l’aroma nella sua completezza. Il rapporto tra la corona e l’orlo
del bicchiere, che ha un diametro nettamente inferiore rispetto alla corona, è stato studiato proprio per aumentare le sensazioni olfattive ed esaltarle. La corona circolare ha un diametro
di 11,20 cm, si chiude a 9,2 cm per finire all’orlo del bicchiere a 7,8 cm. Il massimo risultato si ha con un rapporto tra i due diametri compreso tra 1,40 e 1,45. Lo studio è stato condotto con una tecnica gascromatografica che utilizza delle fibre particolari le quali vengono inserite nel cosiddetto “spazio di testa“ . Con il termine “spazio di testa“ si definisce lo spazio d’aria sopra un liquido, in cui le sostanze aromatiche si concentrano e si equilibrano con gli aromi del vino. Le fibre inserite si comportano come delle spugne: si impregnano di profumi che poi vengono analizzati in gascromatografia . Sono state fatte numerose prove fino a trovare il giusto rapporto e le giuste proporzioni volumetriche. In modo da arrivare alla “Meraviglia”...
Donato Lanati"

Nessun commento: