Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

Trebbiano Valentini: la verticale

Immagine
Serata memorabile quella trascorsa ieri all’Hilton per la seconda lezione al corso Terroir di Armando Castagno all’AIS sul Trebbiano d’Abruzzo.
L’Abruzzo, dal punto di vista ampelografico, è una regione indistinta.
E c’è anche una gran confusione a livello legislativo per il disciplinare sulla DOC.
L’ultimo aggiornamento del disciplinare scritto nel 1972 (prima la DOC era DOS, denominazione origine semplice) è del febbraio 2010 e riporta che i vini a DOC  Trebbiano d’Abruzzo, devono essere ottenuti dalle uve provenienti dai vitigni Trebbiano abruzzese (Bombino bianco) e/o Trebbiano toscano almeno all'85%. Con il saldo di altri vitigni a bacca bianca – non aromatici - prodotti nell'intero territorio della regione.
Le uve devono essere ottenute da vigneti in zone collinari, la cui altitudine non sia superiore ai 500m slm o eccezionalmente ai  600m se le vigne sono esposte a sud.
Purtroppo l’88% della DOC è fatta con il trebbiano toscano, di relativa, se non bassa qualità, e solo il …

Stasera berrò ...

Immagine
Aggiornamento: Ieri sera ho bevuto

... questi Borgogna:

Bonnes Mares 2002 - Roumier 


Bonnes Mares 2002 - Dujac

Stesso cru e annata per vedere le differenze di stile.

Gevrey Chambertin 1er cru Clos St. Jacques 2006 - Rousseau


Gevrey Chambertin 1er cru Clos St. Jacques 2006 - Fourrier
Stesso cru e annata per vedere le differenze di stile.
Clos de Tart 2002 - Mommessen

Clos de la Roche 2002  - H. Lignier


Due grand cru di Morey St. Denis così diversi, due stili ugualmente diversi.
E in più una bottiglia alla cieca di zona " ignota" per un confronto con quelle di prima.

Non sono umoralmente al massimo ma sperò che la serata mi tiri un po' su di morale...

Pergole Torte: LA verticale!

Immagine
Splendida serata quella trascorsa ieri alla Gatta Mangiona con il Circolo TDC per la verticale Pergole Torte visceralmente emozionante.
Peccato che per impegni dell'ultim'ora Martino Manetti non ci ha potuto raggiungere per godersi assieme a noi le sue grandi bottiglie.
Annate: 1982, 1986, 1988, 1990 Ris., 1996, 1999, 2001, 2004


1982: Frutta sciroppata, alloro e piccole note metalliche. Naso raffinato, perde un po' in bocca. Mio voto: 89

1986: Aromi animali, sottobosco, poi note esotiche, prugne,cuoio e terra. Caramello,menta e spezie. Grande bocca, croccante con ritorni di frutta matura. Sensuale e fascinoso. Mio voto: 94



1988: Piccole node ossidative. Si apre al passare delle ore. Goudron, sottobosco, frutta bagnata, the nero, olio d'oliva, foglia bagnata e curry.  Tannico all’inizio con finale leggermente amarognolo. Da aspettare perlomeno 2 ore. Mio voto: 88

1990 Ris.: Riservato e austero. Scuro di colore. E’ ancora giovanissimo. Si apre piano nel bicchiere con fragoline…

Verdicchio 2006: l'orizzontale

Immagine
Piacevolissima la serata di venerdì scorso, trascorsa fra amici / appassionati di vino da Inopia, per l'orizzontale Verdicchio 2006 organizzata nel gruppo EnoRoma di Facebook.
Non c'è stato un vincitore unanime.  Diversi dei vini bevuti sono piaciuti e molto, a tutti.
Abbiamo aperto con due bottiglie fuori gara. Il Brut Metodo Cl. ris. Ubaldo Rosi '06 - Colonnara, davvero una bella bollicina, e il VdJ San Michele di Bonci... ormai andato. R.I.P.


1° batteria: A1) VdJ Santa Maria d'Arco '06 - Ceci Piacevolissima sorpresa. Gran bella beva. Ha sorpreso un po' tutti. Vero Crail? A2) VdM Collestefano '06 Collestefano Sempre costantemente un gran bel verdicchio di matelica.
2° batteria: B1) VdJ Pietrone ris. '06 - Bonci Meno grado alcolico di quanto mi aspettavo. Meglio così IMHO :-) Bel VdJ ma perde nettamente a confronto con i successivi due. B2) VdJ Podium '06  - Garofoli Si è aperto piano piano, faticava ad uscire. All'inizio non sembrava il solito "grande&q…

Vignaioli di Langa e Piemonte

Immagine
Ecco il Comunicato Stampa relativo all'evento Vignaioli di Langa e Piemonte, che si terrà sabato 17 e domenica 18 novembre all'Hotel Victoria di Roma.

Le Langhe e il Piemonte a Roma

Dopo nemmeno due mesi dall’ultimo evento organizzato, Vignaioli dell’Etna,  Tiziana Gallo presenta al pubblico romano la terza edizione di una manifestazione ormai nota e molto attesa, Vignaioli di Langa. 

Quest’anno però, con una novità: oltre ai produttori del territorio piemontese più conosciuto al mondo per la produzione vitivinicola, il  17 e il 18 novembre saranno presenti anche molte aziende provenienti dal resto della regione, in modo da completare un panorama affascinante e non a tutti familiare. 

Vignaioli di Langa e Piemonte è il nome di questa nuova edizione, perché la Langa non è che il cuore pulsante di un territorio geneticamente vocato a produrre vini straordinari. 


Sarà un’opportunità unica, per il consumatore e per gli operatori del settore, di conoscere l’uva Nebbiolo nelle sue divers…

Sangiovesepurosangue: Brunello - 2°giorno

Immagine
La mia seconda giornata al Sangiovesepurosangue è cominciata con alcuni assaggi che il giorno prima non avevo avuto il tempo di fare.
Incredibilmente "bono" - fra quelli che mi sono più piaciuti - il Phenomena '99 di Sesti.


Alle 15:00 è cominciato il seminario molto atteso su Gambelli tenuto da Carlo Macchi e Davide Bonucci, con la partecipazione e gli interventi di tante persone che hanno avuto il grande piacere di frequentare Giulio "bicchierino" Gambelli. 





Chiara Barioffi - Le Casalte

Martino Manetti - Montevertine
Giuseppe Gorelli - Le Potazzine

Dalla terrazza del Boscolo mentre tramonta il sole.


Sangiovesepurosangue: Brunello! - 1° giorno

Immagine
Il presidente Davide Bonucci apre le due giornate con la presentazione del programma.
L'intervento di Stefano Cinelli Colombini della Fattoria dei Barbi




Tavoli di gastronomina pronti... 



Primo seminario sul Sangiovese di Montalcino, a cura di Giampaolo Gravina (coordinatore nazionale Guida dei Vini d'Italia-Espresso):

Colleoni 2007Tenuta di Sesta 2007Pietrosa 2006Le Ragnaie 2006Le Chiuse 2006Le Potazzine 2005Lisini 2005


Intervengono Riccardo Campinoti di Le Ragnaie

Lisini

Pietroso
e Nicolò Magnelli di Le Chiuse

Alle 12:00 il secondo seminario Sangiovese a Montalcino: cosa eravamo e come siamo diventati.  Ricognizione su 30 anni di Brunello a cura di Maurizio Castelli (Enologo di Col d'Orcia, Corte dei Venti e Le Ragnaie) BdM '80 Mastrojanni BdM '07 Mastrojanni BdM Ris. '83 Barbi BdM '85 Col d'Orcia BdM '07 Col d'Orcia BdM '90 Pieri