Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2008

Monteraponi - Chianti Classico: visita all'azienda in compagnia del produttore Michele Braganti

Immagine
Durante i miei 3 giorni trascorsi nella zona del Chianti Classico, dopo aver visitato due affermate aziende vitivinicole nei comuni di Castellina in Chianti e Castelnuovo Berardenga, rispettivamente, nella mattina di domenica scorsa ho fatto la piacevole visita ad un ulteriore azienda, recandomi presso il comune di Radda in Chianti, da un produttore che potremmo definire emergente, Michele Braganti, a visitare la sua azienda: Monteraponi. E’ stata un’interessantissima esperienza, anche grazie all’agio in cui ci ha fatto sentire Michele durante la visita.Monteraponi è un antico borgo Medievale circondato da vigneti e uliveti e situato sul poggio omonimo che si trova nella più boscosa e "selvaggia" parte del Chianti Classico, a soli 4Km da Radda, nella valle che degrada verso il fiume Arbia, e si estende su di una superficie di 112 ha.
Appartenuto al Conte Ugo Marchese Governatore di Toscana sulla fine del decimo secolo, la sua struttura centrale e' caratterizzata da una tor…

Cabernet Sanct Valentin 2003 - San Michele Appiano

Immagine
Vitigno: Cabernet Sauvignon 80% - Cabernet Franc 20%
Titolo Alcol.: 14% - (€26,00)
Giudizio: - Gran vino


Vino, affinato in piccole barriques di rovere, di un impenetrabile rubino caratterizzato da notevole vigoria.

Al naso impattano immediatamente i vigorosi profumi fruttati dei piccoli frutti di bosco, principalmente il ribes, e della frutta sciroppata, accompagnati da leggere note di vaniglia e di richiami di cacao, il tutto avvolto da note tostate e di spezie.

Ha un corpo morbido e vellutato con tannini equilibrati ed una lunga persistenza gustativa che, armonico e perfettamente amalgamato nel gusto e nell’olfatto.

La permanenza in cantina per un paio d’anni dall’uscita sul mercato ne ha sicuramente esaltato le qualità.

Durante la visita di quest’estate nelle antiche cantine dell’azienda San Michele Appiano ho scattato le seguenti foto alle grandi botti in legno con il fondo pregevolmente intarsiato in antichità per le occasioni speciali. Nuova è invece la Barricaia una delle più grandi…

I Trapizzini di 00100 Pizza

Immagine
Che cosa è il TRAPIZZINO??
E' un idea a dire poco GENIALE nata poco prima dell'estate a Testaccio che deriva dalla libera fusione delle parole tramezzini + pizza. Sono triangoli di pizza bianca, in due diverse dimensioni, cotti al forno farciti al momento dell'ordine con quello che offre 00100 Pizza quel giorno.
E 00100 Pizza cos'è?

E' la pizzeria a taglio di Stefano Callegari, uno dei più bravi pizzaioli di Roma, figlia quindi di Sforno, la sua famosa pizzeria in zona Cinecittà, dove crea una serie incredibili di pizze squisite e dall'enorme successo (ad esempio la famosissima cacio e pepe).

Il nome 00100 Pizza nasce da un gioco di parole tra la farina 00 con il CAP della città di Roma e si trova a pochi metri da Piazza S. Maria Liberatrice, in una location che da sola ti fa venire voglia di mangiarli.

Il Trapizzino è un idea banale è vero, ma sicuramente avrà un incredibile successo e verrà in futuro copiata sia Roma, che in Italia tanto quanto all'estero.

0010…

Brunello: cronaca dell'incontro Ziliani vs Cav. Rivella

Immagine
Venerdì scorso nell’aula magna storica dell’Università degli Studi di Siena si è tenuto un confronto senza esclusione di colpi fra il famoso giornalista Franco Ziliani (www.vinoalvino.org) e il Cav. Ezio Rivella, storico direttore generale delle cantine Banfi.
Il confronto si è tenuto dopo gli scandali di febbraio sul Brunello di Montalcino e la provocazione lanciata lo scorso giugno da Ziliani proprio nei confronti di Rivella viste le due opposte opinioni riguardo allo scandalo.

Molti produttori di Montalcino si stanno giocando l’identità del loro prodotto. Io ho dato un piccolo contributo (nel suo blog, ndr) per far emergere l’evidenza: sono in molti ad impugnare la purezza del sangiovese per poi fare altro in cantina. Erano anni che queste cose stavano sotto gli occhi di tutti.”, questo quanto ha affermato Ziliani all’inizio del dibattito.
In sostanza, a Montalcino e nell’mondo del vino in genere, negli anni ci sono stati troppi silenzi a partire dagli organi ufficiali di stampa fino…

La degustazione AIS 2 lustri dopo

Immagine
Nel pomeriggio di venerdì 26/9 ho partecipato alla degustazione AIS presso l’Hotel Cavalieri Hilton a Roma, tenuta dal docente Paolo Lauciani, denominata DUE LUSTRI DOPO.

Una degustazione a dir poco interessantissima. Non solo per gli eccellenti vini bevuti che a seguire andrò a descrivere, quanto piuttosto per l’insegnamento che ne ho personalmente tratto. Se infatti dovessi descrivere con un singolo aggettivo l’incontro lo definirei costruttivo.
La degustazione si chiamava due lustri dopo perché metteva a confronto un vino di una recente produzione a confronto con la produzione di 10 anni prima.
Il confronto è stato fatto per 10 diversi vini, 4 bianchi e 6 rossi.

Quello che a mio avviso maggiormente è risaltato, tralasciando da parte - ripeto - la qualità dei vini scelti, è come in certi casi aprire un vino appena uscito sul mercato sia quasi uno spreco, sia come buttare i soldi investiti nell’acquisto.

Se è vero infatti che oggi giorno per avvicinarsi alla domanda i produttori maturano …