Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2010

Espresso 2011: i vini d'italia

Immagine
Repetita Juvant...
dal blog di Luciano Pignataro i vini dell’eccellenza per L'Espresso 2011.
Valle d’Aosta
rossi
18 Valle d’Aosta Arnad-Montjovet Superiore 2006 La Kiuva
18 Valle d’Aosta Pinot Nero 2008 Ottin ElioPiemonte
bianchi
18.5 Gavi Pisé 2008 La Raia
18.5 Langhe Bianco Hérzu 2008 Germano Ettore
18 Gavi del comune di Gavi Bruno Broglia 2009 Broglia Gian Piero
18 Gavi Minaia 2009 Martinetti Franco M.
dolci
18 Moscato d’Asti 2009 Saracco Paolo
rossi
19.5 Barolo Monprivato Cà d’Morissio Riserva 2003 Mascarello Giuseppe e Figlio
19.5 Barolo Riserva Monfortino 2002 Conterno Giacomo
19 Barbaresco Pajé 2004 Roagna
19 Barolo 2006 Mascarello Bartolo
19 Barolo Brunate – Le Coste 2006 Rinaldi Giuseppe
19 Barolo Cannubi S. Lorenzo – Ravera 2006 Rinaldi Giuseppe
18.5 Barbaresco Asili di Barbaresco 2007 Giacosa Bruno
18.5 Barbaresco Campo Quadro 2007 Punset
18.5 Barbaresco Gaiun Martinenga 2006 Cisa Asinari
18.5 Barbaresco Montefico 2005 Roagna
18.5 Barbaresco Rizzi 2006 Rizzi
18.5 Barolo Acclivi 2006 Burlotto G.…

Vietnam e Cambogia: il viaggio nei miei scatti

Immagine

Picol 2008 - Lis Neris

Immagine
Qualche tempo fa ho fatto un salto nel Collio… a due passi da Roma.

A differenza delle belle giornate trascorse con altri produttori locali, da Lis Neris non avevo preso appuntamento. Ahimè mi sono limitato agli acquisti del loro ottimo vino!

Lis Neris è nel comune di S. Lorenzo, centro del Collio Goriziano, ed è fra le principali aziende locali.
Fondata nel 1879, ad oggi è gestita dal proprietario/enologo/agronomo Alvaro Pecorari.
Nella zona Friuli Isonzo l’azienda gestisce 70ha vitati di proprietà, su di un bel terreno ghiaioso.
Notevole e a valore aggiunto per le uve è l’elevata escursione termica fra giorno e notte, uve che traggono beneficio anche dalla protezione delle Alpi dai freddi venti dal nord e dalle brezze calde provenienti dal mare.
5/6.000 piante per ettaro nelle vigne dell’azienda, piante che mediamente producono 1Kg per pianta.
L’85% di questi vigneti sono dedicati alla produzione dei bianchi; Pinot Grigio, Chardonnay, Sauvignon, Friulano, Riesling, Verduzzo, Gewürztraminer…

Sassicaia 1999 - Tenuta San Guido

Immagine
Per un cena importante, sabato ho tirato su dalla cantina un Sassicaia 1999.
In una verticale di qualche tempo fa ricordo di aver bevuto annate che preferisco (1998 – 2004), ma è IL vino che rispecchia appieno il terroir di Bolgheri (solito blendCabernet Sauvignon all’85% e Cabernet Franc al 15%) e, sempre e comunque, per ogni annata, ti regala grandi emozioni.

Il ‘99 è davvero elegante.
Dal un bellissimo colore granato acceso, al naso in prevalenza ha profumi terziari, di spezie fini, pepe nero, tabacco, cioccolato, note balsamiche e liquerizia. Il tutto accompagnato da note di frutti di bosco.
In bocca si mastica. Ottima acidità e tannini finissimi, ha una bella persistenza con l’uscire di belle note di frutta matura e spezie.

Un vino perfetto da bere in serate particolari.