3 agosto 2012

Domaine Sylvain Cathiard

Il primo Domaine in cui siamo stati durante i 5 giorni in Borgogna: 
Sylvaine Cathiard a Vosne-Romanée 






 



 



 



Qui il resoconto di Giancarlo Marino nell'Accademia degli Alterati:
"Giudizio sospeso per i vini del Domaine Cathiard. L’annata 2011 è stata la prima di Sebastien Cathiard, figlio di Sylvain. I vini soffrivano per un recente solfitaggio e non consentivano una facile lettura. L’annata non facile, la fase poco propizia dell’elevage e la circostanza che trattasi pur sempre di opera prima del giovane vigneron, consigliano di rinviare il giudizio ad un successivo riassaggio. Nonostante tutto, il Nuits St Georges Thorey e il Vosne Romanée Suchots si mostravano più leggibili, lasciando intravedere una certa finezza del tratto, con tannini perfettamente levigati. Il che fa ben sperare. Confesso di aver provato molta tenerezza nel sentire Sylvain parlare con orgoglio del lavoro del figlio, facendo tuttavia trasparire una certa diversità di vedute e, al contempo, confessando di non essere mai intervenuto con consigli se non richiesto perché “ognuno deve fare la propria strada, magari sbagliando ma seguendo le proprie idee”.

Nessun commento: