11 settembre 2009

Gran bevuta da Doro Princic!

Nel secondo giorno di soggiorno nel Collio partiamo di prima mattina dall’agriturismo dove soggiorniamo a Cormòns per un primo giro che mi permetta di scattare le mie solite foto con la “luce giusta”.

Girovagando, approfitto per fermarmi da Lis Neris e Scubla per qualche acquisto, ed alle 11:30 eccoci di ritorno nella zona di partenza dove avevamo l’appuntamento con Alessandro Princic.

La sua azienda DORO PRINCIC si trova nella località di Pradis che fa da cintura alla "Citta del Vino" Cormòns ed è fra le aziende familiari più quotate del Collio.
Al nostro arrivo la signora Mariagrazia, sua moglie, ci ha dato subito il benvenuto con estrema accoglienza.

Non appena arrivato Sandro Princic ci siamo accomodati nel tavolo in giardino ed è iniziata la nostra degustazione dei suoi 4 eccellenti vini, accompagnata da un ottima bresaola tagliata al momento alle nostre spalle.

Assieme ad altra coppia di ospiti trascorriamo goliardicamente un paio d’ore conquistati da questa famiglia/azienda, che produce dei vini eccellenti che fanno solo acciaio. Sono vini da bere subito, ma anche da affinare qualche anno, strutturati ma molto eleganti.

Abbiamo iniziato dalla Malvasia. Dal giallo dorato pallido, è davvero elegante con profumi di fiori e di frutta tropicale. In bocca è morbida, calda e ...non stanca davvero!!!
Friulano, che dire… mi ha catturato. Paglierino carico, molto tipico, con aromi floreali, note minerali e richiami mediterranei. Elegante e con in bocca sapidità e freschezza
Sauvignon, un ottimo sauvignon con al naso note frutta gialla ed erbe. In bocca freschezza e persistenza
E infine quello che è considerato – assieme al Friulano – il suo TOP, il Pinot bianco. Di un paglierino tenue, con note di fiori di campo, frutta e note minerali che durano tempo immemore al naso. Senza dire quanto poi sia equilibrato in bocca con una notevole struttura, un buon grado alcolico, e sia davvero freschissimo.

4 vini davvero straordinari di un produttore valido e simpatico. Ovviamente 12 bottiglie entrano a far parte del bagaglio vacanze; torneranno assieme alle valigie a Roma.

Nessun commento: