27 novembre 2013

I miei prossimi 9 weekend. Meno vino e più “progetti” fotografici

Durante la settimana lavoro dietro una scrivania o a volte dietro alla Canon per un servizio fotografico, e non ho quasi mai giornate piene libere da poter dedicare alla fotografia per il gusto di farla, se non nei fine settimana.

Ho deciso di impostare i prossimi week-end “a progetti fotografici”, per provare qualcosa di nuovo, sperimentare nuove tecniche e anche per migliorarmi. Anche perché io non ho mai partecipato a corsi di fotografia. Ho letto tanti libri di tecnica o di fotografi professionisti, ma sono cresciuto “scattando”. 

E continuo ogni volta a far foto con l’obiettivo di migliorarmi sempre.  

Nei prossimi fine settimana questi i miei progetti fotografici:

1 - MACRO:  una due giorni in cui porterò con me solo il mio Sigma 80mm f2.8 Macro per fotografare piccoli soggetti che appariranno “grandi” nella foto. Sarà una specie di lente d’ingrandimento di quello che mi circonda. 
(http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/5598600776/in/set-72157634921811481)


2 - FOOD&DRINK:  voglio fare una due giorni in cui racconto dalla colazione al dopocena quello che mangerò e  berrò. Dal bar, al mercato, al forno, ai ristornati, all’ape e nel dopocena… si accettano accompagni per fare foto a più piatti e non rotolare satollo a fine week-end. (http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/8467623952/in/set-72157634927558784)


3 - HDR:  uno stile molto popolare negli ultimi anni che fino ad oggi non ho praticato pochissimo. Soggetti fotografati con 3 o 5 foto esposte a stop differenti e poi sovraimpresse in post-produzione.  Colori, saturazione e contrasti molto elaborati - a volte estremi -  che non rispecchiano spesso la realtà che l’occhio umano percepisce. (http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/6410153563/in/set-72157625406572903)


4 - TIME-LAPSE:  ne ho già realizzati in precedenza a Roma o nei miei viaggi in giro per il mondo ma mi diverto troppo a montare in post produzione in video le serie di foto scattate in sequenza da treppiedi a uno o più secondi l’una dall’altra per un lungo periodo di tempo. (https://www.youtube.com/watch?v=P_FgZ4MkaYM)

5 - PANORAMICHE:  Cercherò nuovi soggetti  da fotografare realizzando foto che forniscono a chi le guarda un angolo di visione molto più ampio di quello che avrebbero normalmente dai loro occhi. Piccoli panorami unendo da tre a più foto, sino a foto a 360° producendo globi in miniatura. (http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/7455996524/in/set-72157625406572903)


6 - ESPLORANDO LA CITTA’: un fine settimana alla scoperta di edifici e luoghi vecchi e abbandonati a Roma scattando foto mentre li esplorerò. E' emozionante, potenzialmente pericoloso (crollano a volte a pezzi) e giuridicamente a rischio. Ma sarà molto divertente. (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10201655759304532&set=a.10201655750304307.1073741850.1495756802&type=3&theater)

7 - STRANIERI: non faccio quasi mai foto alle persone. Diciamo che non sono neanche un granché a fotografarle. Quelle fatte fin ora sono “rubate” senza chieder loro di mettersi in posa. Questo progetto è invece arrivare davanti ad un estraneo e chiedergli di scattare un primo piano. (http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/9658558025/in/set-72157635459840115)

8 - COME FOSSI UN GATTO: due giorni in giro per la mia città scattando foto a 20cm da terra con grandangolo a 17mm fisso. In pratica come fossi uno dei mici che gira per Roma e vedere la città dal loro punto di vista. Tornerò sporchissimo a casa ma le lavatrici servono anche a questo…. (http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/9176557357/in/set-72157625406572903)

9 – GUARDANDO SU: un fine settimana guardando verso il cielo. Girando in città fra palazzi, monumenti, chiese, o guardando semplicemente le nuvole (http://www.flickr.com/photos/andreafedericiphoto/9399360862/in/set-72157625406572903)

25 novembre 2013

8 MANI - SALVO + ROSCIOLI

Qualche foto scattata per riepilogare l'evento #8 MANI - Salvo e Roscioli.
Una piacevolissima serata, ottima oltre che per il cibo assaggiato per lo scopo di beneficenza per cui era stata organizzata.

Bravi tutti!

















Tante altre foto qui su Faccialibro

21 novembre 2013

Confermata la separazione AIS - Bibenda

... le voci erano fondate. 

Non so se la goccia come si ipotizza su DoctorWine sia stata l'ultima guida 2014, ma è confermato che l'AIS non ha rinnovato il contratto di collaborazione con Bibenda Editore. 

... END of BibENDa - AIS



EVENTO 8 MANI

Domenica 24 novembre andrò da Roscioli per un bell'aperitivo.
Bello soprattutto per lo scopo per il quale è stato organizzato da Elisia Menduni.

Il duplice obiettivo della serata è far conoscere il LAVORO di due famiglie di grandi artigiani e di sostenere il progetto CIBO LIBERO che crea lavoro nella Casa circondariale di Rebibbia, dove sta nascendo un'azienda agricola e un caseificio. Perchè "il LAVORO è la cosa che aiuta più le donne dentro il Carcere."

LAVORO X LAVORO, IMPEGNO e SOLIDARIETA'

COMUNICATO STAMPA
 
EVENTO 8 MANI 
4 grandi ARTIGIANI DEL GUSTO
2 grandi FAMIGLIE di IMPRENDITORI della QUALITA'
sostengono CIBO LIBERO
Domenica 24 novembre 2013, dalle 18.30 in poi, evento aperitivo a 8 mani.
2 famiglie, 4 fratelli, 8 mani per un evento itinerante che animerà uno dei corner gastronomici più caldi del centro storico della Capitale.
Dalle ore 18.30 di domenica 24 novembre tra via dei Chiavari e via dei Giubbonari si potranno degustare assaggi e vini con un gusto particolare: la libertà.
La libertà che l’evento sostiene è quella dell’associazione ”Cibo Libero”, il progetto nato nel carcere di Rebibbia teso a creare un’azienda agricola e un caseificio con e per le donne recluse nella casa circondariale.
Francesco e Salvatore Salvo, pizzaioli di San Giorgio a Cremano (NA), si uniscono a Alessandro e Pierluigi Roscioli, storica famiglia di fornai in Roma. Due famiglie che da sempre hanno fatto della loro passione un lavoro e che raccontato la semplicità e il buono che con il lavoro crea impresa a tutela di saperi antichi in una sfida continua per crescere e migliorarsi.
Con 10 euro si potranno avere 3 assaggi e 3 calici e contribuire a sostenere il progetto “cibo libero” associazione che raccoglierà tutti gli incassi dell’evento. 
All’evento partecipano, mettendo a disposizione in forma gratuita i loro prodotti, altre aziende che sposano i valori del progetto “Cibo Libero”.
Ci incontreremo tra forno ed enoteca Roscioli, in strada, assaggiando pizza, crocché, tartare di Fassona piemontese di Cazzamali e porchetta di Annibale, insieme alle migliori mozzarelle del Consorzio della mozzarella di bufala campana e al Parmigiano Reggiano Onesto.
Ad accompagnare gli assaggi ci saranno le frizzanti bollicine Ferrarelle e tre etichette d’eccellenza selezionate da Cristiana Lauro. Sorsi di Guido Berlucchi, Cusumano e Tramin per ricercare l’abbinamento perfetto.
Per l’occasione, infine, il birrificio L’Olmaia presenterà la nuova birra Federica, un’esclusiva della Pizzeria Salvo da Tre Generazioni a San Giorgio a Cremano.
L’incasso verrà devoluto a Cibo libero, il progetto creato da Elisia Menduni dentro il Carcere di Rebibbia a Roma. Cibo libero, è un progetto di volontariato che punta a creare un’azienda agricola e un caseificio con e per le donne recluse dentro la Casa Circondariale e strutturare una rete di distribuzione di carne, uova, formaggi e prodotti agricoli capace di sostenere il progetto.
Per info e contatti stampa
+335 6060050

17 novembre 2013

A pranzo al Magione Papale

Con un gruppo di amici ieri sono stato a pranzo al Magione Papale Gourmet, il relais di campagna a l'Aquila.

La sala, semplice ma elegante e composta da pochi tavoli, è il fiore all'occhiello del resort ed ha ricevuto 1 Stella Michelin nel 2012.

In cucina dirige lo chef aquilano William Zonfa, il cuoco emergente 2013 incoronato dalla Guida ristoranti d'Italia del Gambero Rosso.

Piatti deliziosi con tante idee e che evidenziano una bella personalità dello chef.       





Carpaccio di scampo con mela verde e porto

Uovo, patate e peperoni


Lingua di vitello con patate, ricotta e cipolla di tropea

Tortello liquido di pecorino, pomodoro e sedano


Risotto con piccione fois-gras e aceto balsamico 


Ravioli di parmigiano, polpettine di congilio e barbabietole (in estrazione)

Variazione d’agnello: tartare del suo filetto, la costoletta in crosta di mandorle e nocciole, quindi in cotoletta con la cicoria e la spalla arrosto 



Cremino allo yogurt con sorbetto al sedano, miele e vaniglia



Il Salone dei Granai

Alcuni di noi...

15 novembre 2013

Confrontando le guide dei vini

Nell’articolo di oggi di Bibenda si legge:

...più di duemila pagine nella quindicesima edizione della Guida.
… la qualità è cresciuta in modo esponenziale.
… la voglia di qualità a prezzi abbordabili si è estesa in tutta la Penisola. 

Veri gli ultimi due punti che ho estrapolato, ma personalmente penso che Bibenda continui a premiare troppo. 

In termini % è più o meno simile il numero di vini premiati da 3 delle guide principali.
Ma è il numero di bottiglie premiate che varia, e di molto, da regione a regione.

Questo delta di premi è stato più o meno constante negli ultimi 5 anni.

Ecco il dettaglio per regione del cumulato dalle guide dal 2008 alla 2014

Se torniamo esclusivamente alle guide 2014, con un istogramma si nota bene come sia differente soprattutto il numero di premi dati per alcune regioni come Abruzzo, FVG, Marche e Lazio. 

La differenza è comunque costante. Questo a titolo di esempio la mia regione per le 3 guide cumulate dal 2008 al 2011

mumble mumble... quale saranno i fattori che determinano queste rilevanti variazioni dei vini premiati? 

Secondo voi?